Roberto Polastri


Roberto Polastri

Nato a Milano nel 1957, si diploma in pianoforte con Lina Volpi Marzotto e studia direzione d’orchestra con Roberto Cecconi e Zòltan Péskò.    Dal 1990 dirige regolarmente opere, concerti sinfonici e musica da camera al Teatro Comunale di Bologna.  Dal 1998 al 2005, invitato da Riccardo Chailly, collabora con l’Orchestra Verdi di Milano in un vasto repertorio che va da Bach a Bartòk.
Ha diretto opere e concerti in molti teatri e festival internazionali, fra i quali il Festival di Glyndebourne (La Cenerentola, London Philharmonic Orchestra, 2005; Orchestra of the Age of Enlightenment, 2007), il Teatro di San Carlo di Napoli (Il Turco in Italia, La Damnation de Faust), il Teatro dell’Opera di Roma (I due Foscari), il Maggio Fiorentino Formazione (Gianni Schicchi), il Festival di Wexford (Parisina e Maria di Rohan di Donizetti), il Teatro de São Carlos di Lisbona, il Teatro de la Maestranza di Siviglia. Nel 2012 dirige La Traviata a Palermo e la Matthäus Passion a Bologna. E’ invitato da Vladimir Jurowski a dirigere un concerto dedicato a Rossini, Britten e Stravinsky con l'Orchestra Sinfonica Accademica Statale Russa alla Tchaikovsky Hall di Mosca.